Cristiana ora può marciare con i piedi nel cielo

Ci ha lasciato, a soli 47 anni di età, Cristiana Pellino, marciatrice romana di valore internazionale negli anni '90,vicina sin dall'inizio della propria carriera sportiva alla nostra società. Dopo una lunga e strenua lotta con un male rivelatosi quanto mai maligno, Cristiana ha definitivamente abbandonato il contatto con questa terra, quasi una nemesi per lei che proprio la disciplina sportiva del contatto col terreno aveva scelto. Aldilà dei pur notevoli meriti sportivi, forse messi in ombra dalla compresenza di campionesse quali Sidoti, Perrone, Salvador, Alfridi e Giordano, all'epoca dominatrici della scena mondiale, Cristiana Pellino resta un bellissimo esempio di come interpretare lo sport di alto livello, mantenendo le abitudini e le aspirazioni di ogni donna.

Intorno al marito Filippo, nostro tesserato da sempre, ed i figli Martina e Andrea, che abbiamo l'onore di aver visto avviare all'atletica nel nostro vivaio, si stringe tutto la società sportiva Kronos Roma.

Domenica 4 Marzo 2018

XI Trofeo Kronos di Marcia

Terme di Caracalla

Manca ormai poco all'11a edizione del Trofeo Kronos, la più importante manifestazione di marcia in Italia con oltre 500 partecipanti di ogni categoria e da ogni regione, e con la straordinaria partecipazione di due campioni francesi. Sullo spettacolare circuito del Viale delle Terme di Caracalla, Domenica 4 Marzo 2018 verranno assegnati i titoli italiani individuali della 20 Km maschile e femminile e nelle categorie junior e promesse. Inoltre avranno luogo le prove del Campionato Italiano di Società Allievi e Allieve sulla distanza dei 10 Km e il Criterium Nazionale Cadetti (6Km) e Cadette (4Km). In contemporanea, su un circuito adiacente lo Stadio delle Terme, si disputeranno le affollate gare del Trofeo F.Villa per le categorie Ragazzi/e ed Esordienti, a carattere regionale ma con partecipazione aperta anche ai marciatori fuori Regione. A completare la mattinata interamente dedicata alla specialità del tacco e punta, una Staffetta di Marcia per gli allievi delle Scuole di Atletica del Comitato Regionale Fidal Lazio.

A distanza di 2 anni dalla Coppa del Mondo, la grande Marcia torna a Roma grazie all'11a edizione del Trofeo Kronos, esattamente sullo stesso circuito di Viale delle Terme di Caracalla, universalmente riconosciuto come “il più bello del mondo”.
La manifestazione, che già dal 2017 ha ricevuto dalla IAAF la qualifica di Gara Internazionale, vedrà il meglio della marcia nazionale a disputarsi i titoli individuali sui 20 Km maschile e femminile ed i titoli di società nelle categorie giovanili; quasi certa inoltre la presenza di alcuni marciatori stranieri, alla ricerca di un test probante all'inizio della stagione agonistica 2018.

Il Trofeo Kronos di Marcia ritorna a Roma a distanza di 9 anni dalle prime due edizioni (2008 e 2009) disputatesi all'interno di Villa Borghese. Negli anni successivi, secondo una logica di coinvolgimento delle altre realtà associative laziali, il Trofeo ha toccato le sedi di Lanuvio, Nettuno, Viterbo e Cassino. La centralità della Capitale e la favorevole data di calendario dovrebbe permettere di superare le 500 iscrizioni, un numero che caratterizza la manifestazione tra le più grandi kermesse della marcia europea.
Più nel dettaglio, a Roma nella mattinata del 4 marzo con inizio alle ore 8,30 si assegneranno quest'anno i titoli italiani individuali dei 20 Km maschile e femminile, nelle categorie assolute e juniores. Gli Allievi/e gareggeranno per la 1a prova del Campionato di Società, mentre i Cadetti/e per la 1a prova del Trofeo Nazionale. Un particolare significato avrà poi la 20 Km femminile valida come 3o Trofeo Anna Rita Sidoti (leggi l'approfondimento), l'indimenticata marciatrice siciliana prematuramente scomparsa, sulla cui vicenda umana e sportiva è uscito nel 2017 un cortometraggio. Per le categorie Ragazzi/e ed Esordienti come di consueto avranno luogo le prove del Trofeo Lazio F. Villa, a carattere regionale, ma ultimamente con partecipazione nazionale.
Tra i nomi di maggior richiamo, negli uomini sono Rubino, Fortunato, Tontodonati, Dai Tos, e magari il giovane Picchiottino a dividersi i favori del pronostico.

Tra le donne, Antonella Palmisano con ogni probabilità vorrà evitare dopo la faticosa stagione 2017 un cimento sulla 20 km in una fase ancora iniziale della stagione: qui la milanse Trapletti ha la possibilità di bissare il titolo 2017, ma occhio alla laziale Dominici segnalata in grande ascesa.
Vetrina di prim'ordine per tutti gli aspiranti campioni delle categorie giovanili, dagli juniores ai cadetti, con la Puglia chiamata a confermare il ruolo guida assunto negli ultimi anni. Poi le gare del Trofeo F.Villa per le categorie ragazzi/e (anni 2005/06) ed Esordienti A/B/C (anni dal 207 al 2012), con i vivai della provincia sempre ricchi di talenti e una combattuta Staffetta formata dagli allievi/e delle varie Scuole di Atletica del C.Reg.le Fidal Lazio, che hanno preparato la gara nell'ultimo anno di corso.
Le premesse sono quindi le migliori per una grande manifestazione, che aspira a divenire un richiamo per gli amanti della specialità di tutta Europa; il bellissimo circuito stradale, omologato nella lunghezza e interamente chiuso al traffico, la favorevole data, il buon clima romano di questo periodo (ma gli scongiuri sono d'obbligo), oltre che l'attrattiva della Capitale, ci auguriamo siano gli ingredienti per gare che offrano spettacolo per il pubblico e emozioni e buoni risultati per gli atleti impegnati.
La marcia italiana ha un patrimonio di passione e di competenze, che con la nostra manifestazione ci proponiamo tenere vive e anzi promuovere. Ed è con questo spirito, che diamo appuntamento domenica mattina alle 8,30 al centro di Roma per vivere una mattinata dentro lo sport.

Alcuni cenni sul Trofeo Kronos

Il Trofeo Kronos nasce nel 2008 come risposta emozionale alla scomparsa del Prof. Villa Fulvio, che della società sportiva Kronos era stato uno dei fondatori e che alla marcia aveva dedicato una larga fetta della propria esistenza, prima come atleta, poi come tecnico e dirigente.
Con l'obiettivo di promuovere questa specialità dell'atletica leggera, in particolare e Roma e provincia, la manifestazione conquista subito una posizione di rango nel calendario nazionale, grazie alla prima edizione, disputatasi a Villa Borghese, con la prestigiosa presenza del campione olimpico di Atene Brugnetti.
Nel prosieguo il Trofeo Kronos si focalizza sulle categorie giovanili e si sposta in altri centri del Lazio, coinvolgendo le più belle realtà della marcia regionale, proponendo la manifestazione a platee più attente che non quelle della Capitale. Ecco quindi le vivaci edizioni di Lanuvio, Viterbo e Nettuno, con partecipazioni sempre crescente.
Dal 2014 il Trofeo si trasferisce a Cassino, dove la manifestazione si arricchisce della presenza del Campionato Italiano Master; il buon esito della prova permette un salto di qualità alla manifestazione e nel 2015 insieme alle categorie giovanili, ritornano gli atleti assoluti, con una 20 Km di grande spessore tecnico. L'edizione del 2016, viene scelta quale prova selettiva per la formazione della squadra di Coppa del Mondo e le due gare dei 20 Km non tradiscono le attese, con ottime prestazioni cronometriche, favorite da un tempo perfetto. L'edizione 2017 è la prima con la qualifica di gara internazionale, ma quello che brilla sono le oltre 450 presenze complessive nelle varie gare, un vero record per manifestazioni di marcia non solo in Italia, ma anche in Europa. Ormai la favorevole collocazione nel calendario nazionale ad inizio primavera, la collocazione geografico al Centro Italia, l'elevato livello organizzativo, costituiscono un affidabile banco di prova sia per gli atleti di aspirazione nazionali sia per tutti gli altri sportivi che si allineano alla partenza con l'obiettivo di un risultato tecnico appagante.

Il Campionato di Società di Marcia intitolato a Annarita Sidoti

A partire dal 2016 la FIDAL ha voluto intitolare questo Campionato di Società di marcia, che si articola in più prove durante la stagione all'aperto, alla memoria di Anna Rita Sidoti, la marciatrice siciliana scomparsa prematuramente nel 2015. Lo spessore sportivo ed umano della campionessa di Gioiosa Marea (ME) la pongono come punto di riferimento per chiunque guardi allo sport come agente educativo. La marcia, che tra le specialità dell'atletica è quella che più si identifica con la qualità della tenacia, trova nella Sidoti la figura che meglio declina al femminile tale virtù.
La vicenda umana di Anna Rita Sidoti, la sua forza mentale, la sua semplicità, il suo esser donna ed altro ancora, hanno ispirato un lungometraggio che uscirà a breve su un circuito di sale cinematografiche in Italia. Più che un tributo postumo alla memoria, una testimonianza che non potrà che essere di giovamento ai giovani sportivi (ma non solo).

Perchè la marcia a Roma

Oramai le gare di corsa, su strada o nei parchi cittadini, sono presenti nel calendario sportivo romano ogni domani e coinvolgono un numero notevolissimo di runners più o meno allenati. In questa cornice spiccano alcuni appuntamenti di risonanza internazionale come la Maratona di Roma e la Roma Ostia, una delle mezze maratone più veloci in Europa.
La Marcia ha però una grande tradizione nella capitale e anzi negli anni '50 e sino ai primissimi anni '70 le gare di questa specialità avevano una vasta eco sulla stampa ed erano seguite da un fedele pubblico non certo infastidito dalle limitazioni del traffico e molto vicino a quegli autentici campioni di fatica che sono i marciatori. Peraltro in diversi film del cosidetto neorealismo compaiono scene di gare di marcia e lo stesso Alberto Sordi ha dovuto apprendere qualche rudimento della specialità per recitare in “Mamma mia, che impressione!”
Due le gare che sono destinate a rimanere nella storia dello sport romano. La Roma Castelgandolfo di 30m Km, con partenza dal sagrato di S.Pietro praticamente all'alba ed arrivo davanti la residenza estiva del Papa, lungo tutta l'Appia e con l'aspra salita delle Frattocchie: un percorso oggi inimmaginabile per la pericolosità. Poi il Giro di Roma, che raccoglieva sul circuito del Tuscolano decine di migliaia di spettatori e per il quale si fermava un quartiere popoloso di oltre 200.000 abitanti.
Tra i marciatori romani spicca il vincitore olimpico di Tokyo, Abdon Pamich, un'icona per la specialità con il suo portamento fiero e con la sua storia di sfollato istriano; di minor valore atletico ma di grande popolarità era invece Carlo Bomba, attivo sino a quasi 85 anni con la sua andatura caracollante e il sorriso sempre pronto.
La Capitale ha quindi una antica familiarità con la marcia e la marcia ha una nobile tradizione. Riportare questo sport sulle strade di Roma, nel rispetto delle ormai imprescindibili esigenze del traffico, è quindi un'operazione osiamo dire culturale, che rimette in evidenza una disciplina che ha proprio nell'osservanza di una regola tecnica la sua essenza e nella tenacia il suo marchio di fabbrica.

Corsi di atletica giovanile 2017-2018

Per ragazzi da 4 a 16 anni

Stadio della Farnesina

(Via Maresciallo Caviglia, 29)

Orari delle lezioni

MARTEDI e GIOVEDI

ore 17.00/18.30

SABATO

ore 15.30/17.00

Da quest'anno è anche possibile iscrivere partecipanti di età da 4 a 6 anni in tutti e tre i giorni della settimana.

Inizio corso SpeedWalking per adulti

E' iniziato da Sabato 30 Settembre il corso annuale di SpeedWalking per adulti

La sede è confermata allo Stadio della Farnesina

Eventuali variazioni Vi saranno tempestivamente comunicate

Ulteriori informazioni sul volantino del corso di SpeedWalking (pdf)

Apertura segreteria Kronos

Dal mese di Ottobre la segreteria presso lo Stadio Farnesina
è aperta nei giorni e negli orari di lezione martedi - giovedi - sabato

Sostieni il Kronos con il Tuo 5 x 1000!

CODICE FISCALE 97231110582