Gare, risultati e altre notizie

Venerdì 11 Giugno 2021

1300 gare per Piergiorgio Andreotti

L'11 Giugno 2021 l’atleta della Kronos Roma Piergiorgio Andreotti ha disputato in Lituania la sua gara n. 1300, alla splendida età di 81 anni non compiuti. Dietro questa notizia apparsa solo su siti e social specializzati in atletica e marcia, si nasconde un mondo di grande passione sportiva, che proveremo a raccontare a ragazzi e ragazze dei nostri corsi di Atletica. La storia che si narra è quella del nostro tesserato meno giovane, Piergiorgio Andreotti, classe 1940, ritornato lo scorso anno alla nostra società dopo decenni di percorsi paralleli, avendo in comune quella decisiva passione che è la marcia.

Quando nel 1978 l'allora Polisportiva Kronos si affacciò al Campionato di Società di marcia con una discreta squadra assoluta, il Marcia Club Centro Lazio (MCCL) di Piergiorgio Andreotti era una delle formazioni più solide, già carica di successi. Formata per lo più da atleti lavoratori o comunque usciti dai gruppi sportivi militari, il MCCL si distingueva per una intensa partecipazione alle gare in Italia, ma soprattutto all’estero: in particolare in Svizzera, Francia, Germania e nell’est europeo. In quel periodo, in diverse occasioni si ebbe modo di collaborare nell’organizzazione di gare per la promozione della marcia. L’esaurimento dell’esperienza del MCCL nel 2008 dopo oltre 40 anni di attività, non fermò di certo l’ardore agonistico del nostro Piergiorgio, che con i colori della nostra maglia continuò a gareggiare, perlopiù all’estero. Dopo una breve militanza per una società lombarda, dal 2020 Andreotti è nostro tesserato e componente della squadra di marcia Master, che ci si augura possa anche quest’anno (e sarebbe la 12a volta) vincere il titolo nazionale.

Ma Andreotti porta con sé da anni, praticamente da quando è nato a Roma, in periodo bellico, un cognome importante: quello del politico forse di maggior fama del dopoguerra in Italia. Eh già, perché lo zio Giulio, proprio lui, il più volte Presidente del Consiglio e ministro degli Esteri, fu uno dei tifosi più discreti ma anche più informati del prode nipote Piergiorgio, nonché (e non poteva essere altrimenti) presidente onorario del MCCL. Una parentela che avrebbe potuto aprire ben altre e più esclusive porte, ma della quale con grande eleganza Piergiorgio non si è mai servito, e se lo ha fatto è stato solo per dare maggiori orizzonti alla sua passione sportiva. Sì, perché non è un caso se la sua gara n. 1300 sia stata conclusa in Lituania, paese dell'ex Unione Sovietica, oltre la cortina di ferro. Lì il nostro marciatore è conosciuto da decenni e ogni anno è accolto con grande ospitalità (sono miracoli della marcia, dove una gara fatta insieme è la base per amicizie decennali). E poi Ungheria, Francia, Spagna, Germania e praticamente ogni continente: dall’Australia, all’Asia, all’America (dove gareggiò nel 1969 al Madison Square di New York nel miglio di marcia sulla pista al coperto in legno) e in Sud Africa.

Oltre 63 anni di carriera: 1300 gare (una quantità pazzesca), circa 170 000 km percorsi, perlopiù all’alba, ad orari che il solo citarli fa venir sonno, prima di entrare in ufficio (l’allora Banca Nazionale dell’Agricoltura), poi da pensionato, un po’ più tardi ma sempre al primissimo mattino. Una carriera iniziata a 18 anni con la squadra del Gruppo Sportivo dei Vigili Urbani di Roma, forse non contraddistinta dal marchio del campione, ma comunque nobilitata da una presenza nella nazionale assoluta nei primi anni '60. Poi eccellenti piazzamenti, successi ad ogni livello nelle categorie Master e tanto, tanto impegno e dedizione.

Ancora oggi lo si può incrociare all’alba lungo Via Frattini, nella zona Portuense, sulla stessa strada dove ancora si allena Abdon Pamich con maggior carisma, ma col vigore che i quasi 88 anni gli consentono. Tra le sue passioni (ma pare sia una cosa di famiglia) c'è quella per il gioco del subbuteo, un gioco da tavolo succedaneo del calcio, molto in voga negli anni 60; chi vuole sfidarlo può rivolgersi a noi.

Parlare di marcia con Piergiorgio Andreotti vuol dire attingere ad una fonte pressoché inesauribile di aneddoti: partono dallo sport ma si estendono ad altri saperi. Un calendario variegato di gare è quello che non manca mai sulla sua scrivania; la borsa sportiva è sempre pronta, con le scarpe da gara, maglietta sociale, pantaloncini, maglia da riscaldamento, asciugamano, ciabatte per la doccia e le spille per il pettorale ovviamente. 1300 in fondo è solo un tempo di passaggio.

Domenica 18 Aprile 2021

La grande marcia torna a Roma con il XIII Trofeo Kronos

Il Trofeo Kronos di Marcia con l'edizione di Domenica 18 Aprile allo Stadio Martellini in Roma, riprende il suo cammino dopo la pausa 2020 causa lockdown e a dispetto di mille incertezze per le misure di contenimento dell’epidemia Covid19 ancora in vigore e nonostante condizioni meteo davvero difficili. Non si disputano dodici edizioni se non si ha alle spalle una rodata macchina organizzatrice, tantomeno si viene inseriti nel calendario internazionale della IAAF, come avvenuto nel 2017 e 2018. Tuttavia questo XIII Trofeo ha messo alla prova le capacità di resilienza dell'intero Staff, con un programma di gare iniziato alle 9:00 della mattina e terminato alle 18:15 del pomeriggio sotto un impietoso acquazzone, che non ha risparmiato né atleti, né giudici e ancor meno i tanti volontari.

Ben otto le gare in programma sulla pista del Martellini per la 3a fase Interregionale del Campionato di Società di Marcia, con atleti dalla Toscana, Marche, Umbria e naturalmente dal Lazio. Più che discreta la partecipazione (120 circa gli iscritti), considerata la situazione ancora non normalizzata, con alcune eccellenze e tanti giovani speranze. Tra i big, il nazionale Massimo Stano, attualmente la punta della specialità insieme alla Palmisano. Poi gli azzurri Fortunato, Dominici (al rientro dopo due anni di inattività) e i giovani campioni Finocchietti e Giampaolo. Proprio da quest’ultimo, in chiusura di manifestazione e sotto una pioggia battente, è venuto il risultato di maggior pregio, un 43’47’1 sui 10 km che colloca l'allievo delle FF.GG. Simoni tra i migliori di sempre nella categoria.

Finalmente tangibile la presenza dei marciatori della Kronos Roma, con ben 4 atleti al traguardo a partire dallo junior Zingoni, proseguendo con i cadetti Mortari e Marzolo e chiudendo con l'allievo Marucci: un risultato il cui merito, oltre alla capacità di abnegazione dei sopra citati, va ascritto al tecnico Lara Brugnetti, che li segue con non comune energia. Per i risultati completi e per un commento tecnico sulla manifestazione rimandiamo al sito della Fidal Nazionale e del Comitato regionale Fidal Lazio, ai link qui sotto.

La manifestazione ha richiesto la mobilitazione di almeno una ventina di volontari, dalla squadra master di marcia al completo, a loro agio nell’ambiente, a molti atleti della squadra giovanile, che non hanno risparmiato le loro tante energie con un eccellente lavoro negli ambiti premiazione, spugnaggio, ristoro e segreteria. Il mix di giovani e più esperti (volendo evitare il termine anziani) va registrato come uno dei punti di forza della nostra organizzazione.

Domenica 14 Febbraio 2021

Campionato Italiano Indoor

Ancona

Guardateli sul Podio, non vi sembra di vedere i ragazzi di tutto il Kronos che si allenano tutti i giorni? Una domenica speciale per i colori bianchi e blu della Kronos. Inizialmente sembrava che non dovessimo partecipare ai Campionati Italiani Allievi, poi 2 telefonate. Prima la Staffetta, poi la partecipazione individuale nei 200 metri per Marco Baudo.

Ed il 14 febbraio, va in scena ad Ancona il Campionato Italiano Indoor, con l’anteprima la sera precedente che vede Marco arrivare ad Ancona in treno e trovare Valeria, Alberto e Arianna ad attenderlo. Cena, chiacchiere, a letto. Nottata agitata, caldo, finalmente riposo, driin sveglia, è Domenica! Uovo, mela, coltello che non taglia... eh le posaterie degli alberghi! Andiamo allo Stadio e fa freddo. La notte ha nevicato, ma l’emozione e la concentrazione sono tali che tutto è direzionato verso la gara. Riscaldamento, chiamata alla call room, ci siamo: è il momento della gara!

Un passo indietro, ore 8:13 del mattino di Domenica, arriva il primo messaggio: Annamaria con Alessio, Stefano e Andrea sono saliti sul treno... anche per loro è iniziata la giornata del Campionato Italiano. Alle 12:00 stile Dustin Hoffmann nel "Laureato" sono appiccicati sui vetri del Palaindoor di Ancona: dai Marco, dallo schermo riusciamo a vedere la gara in diretta ed un pezzetto di rettilineo opposto, corri in 6° corsia, corri forte! E Marco corre, corre ed il cronometro alla fine segna 23"04, nuovo primato personale e sociale.

La giornata agonistica inizia bene, chi se ne importa se il coltello non tagliava la mela! Niente abbracci, solo complimenti e gomiti gonfi dai "bravo!", ora però è il turno delle norme anticovid, all’aperto ci sono 6 gradi e vento, sono le 12:30 e fino alle 15:00 non si può entrare nel Palaindoor per scaldarsi.

Alle 15:00 è una liberazione uscire dal freddo e finalmente entrare in clima gara, decisamente più caldo. Valeria controlla, Annamaria segue, i 4 Moschettieri Kronos: Alessio, Andrea, Stefano e Marco entrano in pista. Sulle tribune del Palaindoor si freme: Alessandra, Arianna ed Alberto affiancano Valeria ed Annamaria.

E’ tutto, un attimo, e dopo 1'34"70 nuovo primato sociale: sarà argento!

Sabato 16 Gennaio 2021

Premiazione attività 2020

Atleti premiati

Riccardo Togino
cat. Ragazzi
Kean Duffy Escalona
cat. Ragazzi
Lorenzo Migliotti
cat. Ragazzi
Pietro Villa
cat. Ragazzi
Francesco La Rosa
cat. Ragazzi
Greta Amici
cat. Ragazzi
Cecilia Bernini
cat. Ragazzi
Sofia Paesani
cat. Ragazzi
Elisa Zega
cat. Ragazzi
Alessio Stelluto
cat. Cadetti
Gabriele Marucci
cat. Allievi
Rocco Zingoni
cat. Allievi
Matteo De Carlo
cat. Allievi
Flavio Margutti
cat. Allievi
Alessio Guadagno
cat. Allievi
Marco Baudo
cat. Allievi
Matteo Verde
cat. Allievi
Lorenzo Consalvi
cat. Allievi
Roman Gasperini
cat. Allievi
Marco Tarnauceanu
cat. Allievi

Challenge Esordienti (da remoto) ondemand_video Videoclassifica open_in_new

Vincitori maschi

1. Andrea Gioia
2. Riccardo Forte
3. Alessandro Panno

Vicitori femmine

1. Elisa Sottili
2. Aisha Diagne
3. Annie Magrelli

Premiati extra

Francesco Dessi
Alice Barbaro
Matteo Bellezza